Alfredo Romeo, parlano i fatti il resto non conta

In pochi hanno sentito parlare di “scienza dei servizi”; è il concetto spiegato dall’imprenditore Alfredo Romeo che riassume le capacità di quelle aziende che hanno le competenze giuste, fanno risparmiare risorse e creano occupazione.

Le parole di Romeo, raccolte dal quotidiano Il Giornale nello Speciale Edilizia, descrivono efficacemente il suo gruppo immobiliare e le reazioni che spesso hanno le amministrazioni pubbliche. Lo sconcerto è molto comune poiché le soluzioni presentate da Romeo sono inedite e molto distanti dagli accordi presi negli anni precedenti. Read More

Alfredo Romeo spiega il facility urbano

L’attività caratteristica del Gruppo Romeo ha sempre avuto una forte caratterizzazione con la gestione del patrimonio immobiliare pubblico e quindi una capillare presenza sul territorio e conoscenza dello stesso. È ipotizzabile e concretamente realizzabile passare da una fase di semplice gestione ad una di valorizzazione?

Noi abbiamo iniziato circa trent’anni fa a pensare alla valorizzazione del territorio. Solo che i tempi non erano maturi per un’idea così innovativa, oserei dire rivoluzionaria. E dunque abbiamo iniziato a pensare ai “segmenti” di questo processo: il Property per cominciare. Anche solo quella era una rivoluzione, e cominciando a gestire in particolare un patrimonio immobiliare complesso (per struttura e contesto) come quello di Napoli, abbiamo di fatto creato dal nulla processi, sistemi, tecnologie, know-how e valore.

Read More

Alfredo Romeo: credo nello sviluppo e nella pratica del fare

Creare valore nel rispetto delle regole, questa è una delle linee guida per Alfredo Romeo, imprenditore di lungo corso che tanto ha fatto per la sua città, Napoli. Lui è nato a Cesa, un piccolo paese della provincia di Caserta, in una famiglia modesta, ma è nel capoluogo che ha lavorato dimostrando come fare impresa al Sud e diventare leader in un settore, quello immobiliare, in continuo mutamento.

A tale proposito è utile leggere la lunga intervista realizzata da Enzo Agliardi che mostra tutti gli aspetti di questo personaggio autorevole; un uomo che ha iniziato presto e che riesce a vedere più avanti di altri, un avvocato esperto e un professionista che ha creato molti posti di lavoro. Ideatore, peraltro, di un hotel nel centro storico inserito dal New York Times fra i 5 più belli del mondo, in altre parole un vero appassionato che crede in ciò che fa.

Nel seguito dell’intervista, qui consultabile, Romeo sottolinea inoltre la necessità di una riforma della Giustizia, una semplificazione delle procedure e non un ridimensionamento del potere dei magistrati, bensì una possibilità di rilancio per tutto il Paese, troppo spesso bloccato da pregiudizi e paure. C’è molto da leggere in queste dichiarazioni e quello che emerge è una figura complessa e ricca di sfumature, che fa comprendere al lettore quanto sia essenziale saper fare business oggi puntando sulle persone e sulle loro effettive capacità.

Den Speciale Alfredo Romeo in copertina [slideshare id=12223819&w=477&h=510&sc=no]

View more documents from Alfredo Romeo

Una sfida importante per Alfredo Romeo

Grande innovazione e rivoluzione organizzativa all’interno del Gruppo Romeo. E’ infatti in dirittura d’arrivo l’intesa strategica con il Comune di Napoli che chiude la fase di contenzioso per 50 milioni di euro di crediti vantati dall’azienda per compensi non corrisposti dal 2007 e che rilancia il piano di dimissioni del patrimonio immobiliare del Comune di Napoli per 140 milioni.

Per questo, alla vigilia di un impegno epocale per la Romeo Gestioni spa (si tratta del più importante piano di dismissioni mai tentato in Europa, che interessa circa diecimila unità immobiliari nei prossimi dieci mesi) l’amministratore delegato del Gruppo, Alfredo Romeo, ha riunito i vertici dell’azienda per sottolineare l’importanza della sfida.

“Abbiamo elaborato il miglior piano operativo mai messo a punto da questa azienda. Non abbiamo escluso alcuna possibilità di rischio e di criticità. Siamo pronti a giocare una partita imprenditoriale di livello europeo nel contesto più difficile del mondo. Ma so che abbiamo le competenze e le capacità tecniche e umane per ottenere i risultati prefissati”.

“Il piano – ha sottolineato Romeo – prevede che la task force dedicata al progetto arrivi complessivamente a 150 unità che saranno motivate da incentivi gratificanti legati ai risultati”.

“Ma – ha detto Alfredo Romeo in conclusione del vertice aziendale in cui è stato presentato anche il piano di marketing e comunicazione sulle dismissioni – tengo a sottolineare che questa non è solo la sfida di un’area dell’azienda. Ma è LA SFIDA di tutto il Gruppo. Vi chiedo quindi di confermare, più di sempre, la vostra capacità di fare squadra e di segnalare ogni eventuale intoppo o rallentamento al processo che ci vede coinvolti.

“Sono sicuro – ha concluso Romeo – che darete (e daremo) una prova di altissima capacità tecnica e professionale. Tale, da rafforzare sia a livello di mercato sia a livello mediatico l’immagine e i contenuti di leadership che abbiamo conquistato in venticinque anni di attività in questo settore”.

[scribd id=86730473 key=key-11qzhqxp4072o4rds0yn mode=list]

Nuova intervista ad Alfredo Romeo, la filosofia dell’imprenditore

Di seguito potete leggere l’articolo di approfondimento dedicato all’Avvocato Alfredo Romeo da PMI magazine, rivista specializzata in piccola e media impresa. L’intervista tratta delle cinque società, che vanno dall’intermediazione immobiliare alla gestione di investimenti, e della filosofia imprenditoriale che attiene al lavoro del Gruppo fondato da Romeo.

[scribd id=77236872 key=key-1dk809g8r6ezxmxglzsk mode=list]

Nuove frontiere della gestione immobili per Alfredo Romeo

Da una recente intervista, alcune dichiarazioni del fondatore del Gruppo Romeo, molto puntuali e approfondite.

Avvocato Alfredo Romeo, come le è venuta l’idea innovativa di gestire i patrimoni immobiliari pubblici?

Era un sogno che avevo da ragazzo e che ha poi trovato una reale consistenza in termini economici nel corso degli anni. Le difficoltà sono state molte. Il problema maggiore è stato far nascere il bisogno più che affermare l’idea. All’epoca io ero il Presidente under 30 della Federazione internazionale delle professioni immobiliari e creai una commissione di studio per capire quale era il patrimonio aggregato che esisteva in Europa. Verificai che i patrimoni immobiliari pubblici in Italia erano una immensa risorsa strategica e così misi in piedi un modello di gestione integrata e mi impegnai nell’impresa di sensibilizzare l’opinione pubblica nonostante qualcuno pensasse fossi matto… Da allora sono passati 25 anni. E oggi è diventato di moda parlare di valorizzazioni e privatizzazione dei patrimoni immobiliari pubblici.

Read More

BACK